Cosa mangerò ad Amsterdam?

In ogni ricordo di viaggio, io e Valeria, mescoliamo le immagini di ciò che abbiamo visto con i sapori che abbiamo provato. Ecco perché, prima ancora di ogni approfondimento sui luoghi à ne pas manquer ci incuriosisce la cucina tipica dei luoghi e della gente che incontreremo. 

Su Amsterdam, sul sito informagiovani-italia.com ho trovato le seguenti indicazioni:

La colazione è tipica del nord Europa e comprende pane fresco con burro e marmellata, prosciutto e formaggio, ma anche dolci tipici (aromatizzati con cannella, zenzero e chiodi di garofano).

Si beve il tè ed il caffè è lungo, molto lungo. Il pranzo è leggero e spesso freddo:  pane e burro, carne fredda e verdure cotte. In estate si mangia l’uitsmijter, pane con carne e formaggio, servito con uova fritte.

Esistono moltissime varietà di formaggio, si trovano anche ai mercatini alimentari, dove i banchi fanno mostra di centinaia di forme rotonde e profumate. D’inverno si mangiano le zuppe, dove sono sempre presenti le patate. Consigliata la erwtensoep, zuppa di piselli e pancetta, e lo stampot, un purè di patate e radici, insaporito con la salsiccia.

Dalle 17.00 in poi arriva l’ora di una birra, un bicchiere di vino o uno sherry, accompagnati da stuzzichini di formaggio, salumi e caratteristiche Bitterballen, saporite polpettine al ragù da prendere non con la forchetta ma con lo stuzzicadenti, e che si accompagnano bene alla mostarda. La birra ad Amsterdam è un vero e proprio rito, le marche più conosciute sono Heineken (è possibile anche visitare la fabbrica dove è in programma la degustazione) e Amstel. Un divertimento è poi scovare i beershop, dove vengono serviti centinaia di tipi diversi di birra in bicchieri di tutte le forme e dimensioni. La cena si arricchisce di verdure con carne (in genere biefstuk o Kip, bistecca o pollo) o pesce, e dolce.

Durante la giornata si ha modo di fare incetta di patatine fritte (Vlaamse frites). Piatti di carne, di pesce, zuppe, vegetali, non mancano mai di fare compagnia alla mitica patata. Il pesce principe è l’aringa, come si suole nei Paesi nordici, che viene servita anche cruda, come ‘affettato’ in un panino o accompagnata da cipolle. Non si manchi l’assaggio (o più) dei formaggi, ce ne veramente per tutti i gusti, ottime nelle omelette Pannekoken.

Facebook Comments